PER INFORMAZIONI:

info@poggibonsipallanuoto.it

Massimo: +39 331 2565285

Cosimo: +39 333 8318239

Piscina: 0577 562957

 

  • tasto_twitter.jpg
  • tasto-facebook.jpg

Chi siamo

UNA LUNGA STORIA DI AMICIZIA E SUCCESSI

La Pallanuoto inizia a Poggibonsi esattamente in coincidenza con l’apertura della vasca del Bernino. La prima attività nei campionati federali è nella stagione 1986-1987: quattro gli anni FIN.

L’impossibilità regolamentare a proseguire a Poggibonsi la pallanuoto in una vasca oggettivamente non adatta costrinse ad interrompere per 8 anni la programmazione nel nostro.

Nell’estate del 1997 un progetto di due società attive in piscina, la Virtus Nuoto e i Lovers Nuoto, riporta la pallanuoto a Poggibonsi. I tecnici e i dirigenti delle due società rappresentano un continuum della precedente esperienza. Gli atleti, un gruppo di circa 20 ragazzi dai 16 ai 18 anni provenienti dal settore nuoto, costituisce quel primo bacino di giovani atleti che non era stato possibile costruire alla fine degli anni ’80. La costruzione della nuova piscina all’aperto con dimensioni e profondità appropriate, consente nuovamente ai nostri ragazzi di partecipare ai campionato federali.

I campionati FIN Serie D, in quell’epoca molto frequentati e consolidati nella tradizione toscana, non facilitano piazzamenti di eccellenza nei primi due anni di attività. I ragazzi però crescono e recuperano quel gap strutturale che li separa da coloro i quali, in regione, la pallanuoto praticano fin dagli inizi della scuola nuoto, dai 7-8 anni. La classifica finale del campionato FIN migliora tutti gli anni con il miglior piazzamento, il 4° posto, del 2003.

Dal 2000 in poi, anno in cui la gestione della pallanuoto passa ad UPP, all’attività FIN si aggiunge quella UISP.

E’ nel settembre 2003 che i ragazzi e le ragazze e il gruppo tecnico accompagnati da alcuni dirigenti motivati, decidono di dare vita ad una realtà autonoma dai due precedenti sodalizi con cui si era manifestata nei primi anni: la Poggibonsi Pallanuoto ASD.

La prima decisione della nuova società è lo spostamento definitivo verso l’attività UISP. Come molte altre società toscane, sono gli anni dello sviluppo e, finalmente anche dei risultati; nel 2004 la prima squadra maschile si classifica al 2° posto del campionato regionale con 14 squadre. Stesso risultato è ottenuto nel 2006 e 2007. Nel 2005, la vittoria del campionato regionale UISP è ottenuta in una bellissima serata a Colle Val d’Elsa nei tempi supplementari della finale con i tradizionali rivali di Pontassieve. Sempre in questi anni iniziano le numerose qualificazioni ai Campionati Italiani, risultati che aprono anche ad un Leone d’Argento, riconoscimento sportivo da parte dell’Amministrazione Comunale.

Sono gli anni in cui la fa da padrone la crescita del movimento PP; la società con 61 soci fondatori nel settembre 2003 raggiunge i 112 soci nel 2006 ma, soprattutto, schiera dal 2005 in poi ben 6 squadre ai campionati regionali UISP con 70 atleti in acqua. Oltre alla prima squadra maschile, è attivata un’interessante esperienza femminile che porta le nostra ragazze a partecipare ai campionati interrottamente fino al 2011.

Altre tre squadre sono rappresentate dal settore giovanile, in quegli anni florido e capace di disporre di un dignitoso spazio per gli allenamenti pomeridiani.

Nelle due estati 2006 e 2007, cinque settimane tra giugno e luglio vedono 116 e 171 bambini poggibonsesi in piscina per almeno una settimana.  Un grande progetto ‘Estate Nuoto’ realizzato per la prima volta in città grazie anche al contributo della Fondazione Territori Sociali Alta Valdelsa.

Negli anni legati al rifacimento della Piscina di Poggibonsi gli atleti scendono a 35. Nonostante i disagi degli spostamenti e della mancata possibilità di ritornare a Poggibonsi la società vede alcuni nuovi inserimenti, alcuni di grande livello, che la riportano in auge nel panorama UISP regionale e nazionale: nel 2009 siamo 4° a Senigallia, nel 2010 perdiamo la finale per il terzo posto a Narni e ci collochiamo dietro Camogli, Genova e Sori. Queste partecipazioni conseguono al ritorno alla Finale Regionale contro la Fiorentina nel 2010 e mentre solo più recente è il 3° posto conquistato nella stagione conclusa nel 2012.

 

IL NUOVO ASSETTO SOCIETARIO E IL RINNOVO DELLA MISSION

Un primo rinnovamento a livello dirigenziale avvenuto nel 2011 pone l’obiettivo della società nel riavvicinarsi a Poggibonsi e ai suoi cittadini con un servizio di qualità e di garanzia sociale e culturale, oltre che sportiva. Lo strumento con cui si persegue questo obiettivo, oltre il rafforzamento dell’attività agonistica, è sicuramente la potenzialità che esprime il rinnovato settore giovanile, capace di poter finalmente avvicinare i bambini e i ragazzi a questo sport (e con essi i loro genitori), consapevoli della nostra dignità di esistere e della nostra competenza nel saperlo fare. Nel 2012 la PP riesce a tornare ad allenarsi nella vasca della città; è soprattutto la nuova rinascita del settore giovanile che proietta la società verso il futuro dopo gli anni straordinari seguiti alla nascita.

Il recentissimo riassetto societario e gli stimoli dei nuovi dirigenti hanno ulteriormente motivato verso il perseguire l’adesione di nuove leve per prepararle, incitarle, crescere insieme, consapevoli della dignità che ogni società detiene nell’occuparsi dei propri atleti in fieri e della competenza del saperlo fare ma attenti alla responsabilità di farlo bene proprio nell’interesse dei più piccoli e della città. Questa speranza concretizzata di poter finalmente riavvicinare i bambini e i ragazzi a questo sport, e con essi i loro genitori, rende la Società più sicura nei nuovi passi verso il futuro, quelli che spingono verso un nuovo possibile e rapido raggiungimento dei numeri di metà anni 2000, 70 atleti, 6 squadre, cioè tanti bambini e adulti che vengono mossi dal divertimento e dalla volontà di stare insieme a fare sport, anche indipendentemente dai risultati agonistici. Lo sviluppo degli ultimi giorni legato alla promozione dell’attività giovanile e al rafforzamento societario conseguente il nuovo assetto ci ha portato, ad oggi, a 125 soci, dei quali 48 atleti, 12 del settore giovanile e 63 soci sostenitori.

 

IL LAVORO PER UNA PROSPETTIVA DI SVILUPPO SOCIALE E AGONISTICO

Di più, dalla scorsa estate un altro passo decisivo è stato perseguito: la proposta, ben accettata dalle corrispondenti società di San Gimignano (nella cui piscina avviene la preparazione estiva già da qualche anno) e Siena, il Siena Nuoto Uisp, di unire gli sforzi per un progetto di sviluppo congiunto, che mira ad allargarsi anche ad altre realtà della provincia. Il progetto, forte dell’esperienza maturata, dalla capacità di analizzare le criticità delle passate esperienze e dalla necessità ancora una volta, di anticipare le necessità trasformandole in opportunità per i cittadini e il territorio. Con questo progetto si vuole:

•innovare l’offerta di pallanuoto e di sport al territorio, rimuovendo resistenze conservatrici consolidate

•migliorare le competenze tecniche degli allenatori

•allargare il bacino di utenza

•gestire al meglio la disponibilità di spazi acqua e delle strutture.

Il futuro presenta questa società come garanzia di qualità per le principali esigenze di ogni genitore, fornendo una grande opportunità per:

•i ragazzi, per fare sport senza problemi di insostenibilità (numero inadeguato con società autonome ma sufficiente in unione di sforzi)

•i tecnici, per svolgere sistemi di allenamento omogenei, sedute congiunte e utili scambi di iniziative

•i dirigenti, per lavorare in maniera sinergica su metodiche di motivazione e coinvolgimento che scongiurano l’abbandono, e che acquisiscono inoltre un enorme valore sociale ed esperienziale per i ragazzi

•le società, per svilupparsi nella qualità e nella quantità del proprio movimento, consentendo l’ampliamento della partecipazione ai campionati di categoria

•il movimento nel territorio, per sviluppare programmi di qualità fino ad inserire i migliori soggetti delle singole società in un progetto comune per raggiungere risultati significativi anche in campo federale.

 

Un futuro roseo dunque, programmato, un futuro nel quale saranno ancora migliori le cose da fare rispetto a quelle già realizzate in questi 10 anni.

 

 

 

PER CHI NE VUOLE SAPERE DI PIU'... LA NOSTRA STORIA NEL DETTAGLIO

 

Gli inizi, 1986-1997

La Pallanuoto inizia a Poggibonsi esattamente in coincidenza con l’apertura della vasca del Bernino. La prima attività nei campionati federali è nella stagione 1986-1987: quattro gli anni FIN con una squadra che nasce dalla prosecuzione dell’attività fino a qualche anno prima effettuata nell’unica piscina valdelsana fino a quel momento disponibile, quella di Colle Val d’Elsa. L’impossibilità regolamentare a proseguire a Poggibonsi la pallanuoto in una vasca oggettivamente non adatta costrinse ad interrompere la programmazione nel nostro comune e, a tecnici e atleti, a migrare verso altre scelte di sviluppo dell’offerta natatoria a Poggibonsi (è di fine anni ‘80 l’inizio dell’esperienza del nuoto amatoriale condotta da molti ex pallanotisti dalla società Lovers Nuoto Poggibonsi per un decennio fino al 1998). Già dall’estate 1997, proprio un progetto di due società attive in piscina, la Virtus Nuoto e i Lovers Nuoto, riporta la pallanuoto a Poggibonsi, dopo 8 anni di interruzione. I tecnici e i dirigenti delle due società rappresentano un continuum della precedente esperienza, gli atleti, un gruppo di circa 20 ragazzi dai 16 ai 18 anni provenienti dal settore nuoto, invece costituisce quel primo bacino di giovani atleti che non era stato possibile costruire alla fine degli anni ’80. Un grande patrimonio su cui lavorare. La costruzione della nuova piscina all’aperto con dimensioni e profondità appropriate, consente nuovamente ai nostri ragazzi di partecipare ai campionato federali.

 

I primi risultati e la nascita della Poggibonsi Pallanuoto ASD, 1998-2003

Difficili gli inizi con ragazzi provenienti dal nuoto ai quali appare subito chiaro quanto il saper nuotare possa essere solamente condizione necessaria per giocare a pallanuoto, certamente non sufficiente. I campionati FIN Serie D, in quell’epoca molto frequentati e consolidati nella tradizione toscana, non facilitano piazzamenti di eccellenza nei primi due anni di attività dei ragazzi di Poggibonsi. I ragazzi però crescono e recuperano quel gap strutturale che li separa da coloro i quali, in regione, la pallanuoto praticano fin dagli inizi della scuola nuoto, dai 7-8 anni. La classifica finale del campionato FIN migliora tutti gli anni (miglior piazzamento il 4° posto del 2003) e nei ragazzi si consolida comunque la grande consapevolezza di due risultati comunque straordinari, la loro funzione di potenziali pionieri della nuova pallanuoto a Poggibonsi, cioè la loro capacità di attrazione verso i bambini piccoli, di quelle età dalle quali è necessario partire per una prospettiva di sviluppo di qualunque società e, soprattutto, il loro approccio alla pratica sportiva e agonistica volto a perseguire l’obiettivo della relazione tra persone, della crescita, dell’inclusione, come il risultato più grande di questa società: in tutti gli anni di attività, fino a quelli odierni che ci vedono nuovamente impegnati a promuovere il nostro sport a Poggibonsi, è senza dubbio l'aver creato e fortificato un gruppo solidissimo di ragazzi e ragazze che, a prescindere dai risultati agonistici, il vero valore di questa società.

Dal 2000 in poi, anno in cui la gestione della pallanuoto passa ad UPP, all’attività FIN si aggiunge quella UISP; l’inserimento nei campionati UISP è progressivo ma accompagnato da moltissime altre società che si spostano o addirittura si formano ad hoc, grazie alla nuova opportunità Uisp che consente anche alla società di Poggibonsi di crescere nel numero degli atleti oltre che per qualità.

E’ nel settembre 2003 che i ragazzi e le ragazze e il gruppo tecnico accompagnati da alcuni dirigenti motivati, decidono di dare vita ad una realtà autonoma dai due precedenti sodalizi con cui si era manifestata nei primi anni. Nasce così la Poggibonsi Pallanuoto ASD, incentrata su una solida identità e su persone competenti, interessate e stimolate a diffondere le buone pratiche che lo sport dissemina su tutti i versanti della vita di un ragazzo e di un adulto, come punto fondamentale della mission associativa.

 

Storia recente, 2004-2012

La prima decisione della nuova società è lo spostamento definitivo verso l’attività UISP che, nel frattempo anche grazie al contributo decisivo di dirigenti della PP, si presenta come l’offerta migliore per poter fare attività pallanuoto in Toscana. Come molte altre società, sono gli anni dello sviluppo e, finalmente anche dei risultati; nel 2004 la prima squadra maschile si classifica al 2° posto del campionato regionale con 14 squadre. Stesso risultato è ottenuto nel 2006 e 2007. Nel 2005, la vittoria del campionato regionale UISP è ottenuta in una bellissima serata a Colle Val d’Elsa nei tempi supplementari della finale con i tradizionali rivali di Pontassieve. Sempre in questi anni iniziano le numerose qualificazioni ai Campionati Italiani (ve ne sono ben 6 negli ultimi 10 anni nella bacheca della PP); nel 2006, qualche giorno dopo la sconfitta nella finale regionale, sempre con Pontassieve, la Poggibonsi Pallanuoto prende la sua rivincita ai Campionati Nazionali di Riccione battendo nuovamente i “cugini” in semifinale e arrendendosi solamente in finale alla Locatelli Genova. E’ questo risultato che apre anche ad un Leone d’Argento, riconoscimento sportivo da parte dell’Amministrazione Comunale di Poggibonsi.

Sono gli anni in cui la fa da padrone la crescita del movimento PP; la società con 61 soci fondatori nel settembre 2003 raggiunge i 112 soci nel 2006 ma, soprattutto, schiera dal 2005 in poi ben 6 squadre ai campionati regionali UISP con 70 atleti in acqua, un risultato che a Poggibonsi appare strabiliante; oltre alla prima squadra maschile, è attivata un’interessante esperienza femminile che porta le nostra ragazze a partecipare ai campionati interrottamente fino al 2011, a sovvertire l’idea che uno sport, spesso duro come questo, non sia solo una prerogativa maschile bensì di come possa essere praticato, tranquillamente e con ottimi risultati anche dalle donne. Altre tre squadre sono rappresentate dal settore giovanile, in quegli anni florido e capace di disporre di un dignitoso spazio per gli allenamenti pomeridiani: le tre squadre vanno dagli Under 15 (una squadra era costituita anche da dieci bambine), agli Under 17 fino agli Under 19 Juniores, squadra che peraltro già fornisce molti atleti alla prima squadra. E’ ancora su questi  giovani, purtroppo ultimo bacino di approvvigionamento nuove leve che abbiamo potuto far crescere, che si basa ancora oggi la nostra società.

Sono gli anni in cui la società si sviluppa in qualità, avvicinandosi, acquisita l’autonomia, a campi contigui l’attività agonistica, innovativi per la promozione della pallanuoto ma prevalentemente destinati ad accrescere la fruizione di servizi alla città del comune di Poggibonsi. Come avvenuto in precedenza per l’avvio dell’attività di nuoto amatoriale e ancora dopo, per la pallanuoto, quando i dirigenti della Poggibonsi Pallanuoto avevano saputo interpretare le necessità di ampliare l’offerta natatoria in città, nel 2006 la società progetta, in collaborazione con la Fondazione Territori Sociali Alta Valdelsa, la prima esperienza di Campus estivo per bambini e ragazzi, andando a colmare una lacuna che rispondeva ad un bisogno espresso. Il fronte formativo della PP non spaventa perché gli atleti, quelli cresciuti e quelli poco oltre la maggiore età, sono precedentemente formati ad accogliere i ragazzini di Poggibonsi che avessero voluto trascorrere con noi la giornata estiva in piscina e nel palazzetto coniugando sport e divertimento nella nostra accezione. Il risultato è di assoluta eccellenza: sono due estati, il 2006 e 2007, di grande movimento, cinque le settimane tra giugno e luglio, nelle quali il progetto cofinanziato dalla Fondazione consente di condurre 116 e 171 bambini poggibonsesi in piscina per almeno una settimana in estate.  Un grande progetto realizzato per la prima volta in città.

Purtroppo da questo apice dell’operato della società, inizia la fase discendente, sicuramente condizionata dai ben noti problemi legati prima ad una manutenzione straordinaria della piscina di Poggibonsi che ha visto chiudere l’impianto per quasi 2 anni e il susseguente crollo del tetto che ne ha protratto la chiusura di un altro anno e la conseguente migrazione per gli allenamenti e per le partite, nella vicina vasca di Colle Val d’Elsa.

Sono anni in cui i ragazzi delle squadre giovanili mostrano oggettive difficoltà a raggiungere la sede degli allenamenti e anche il ricambio della prima squadra ne risente pesantemente; i risultati iniziano a diminuire e la partecipazione alla società si erode della metà in tre anni a poco più di 35 atleti. Nonostante i disagi degli spostamenti e della mancata possibilità di ritornare a Poggibonsi una volta conclusi i lavori del secondo blocco della piscina, la società vede alcuni nuovi inserimenti, alcuni di grande livello, che la riportano in auge nel panorama UISP regionale e nazionale; ritornano le qualificazioni ai campionati Italiani che si concludono quasi sempre nell’imbattersi contro le corazzate liguri: nel 2009 siamo 4° a Senigallia, nel 2010 perdiamo la finale per il terzo posto a Narni e ci collochiamo dietro Camogli, Genova e Sori. Queste partecipazioni conseguono dal ritorno alla disputa della Finale Regionale contro la Fiorentina nel 2010 e mentre solo più recente è il 3° posto conquistato nella stagione conclusa nel 2012. 

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now